PON 2014-2020

Orientamento

Piano Miglioramento

Competenze

Albo

Atti Correnti 0
di cui Annullati 0

  • Nessun Atto Codificato
febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

“1ª Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola”

“Be the change: unite for a better internet” è lo slogan del Safer Internet Day 2017 (#SID2017), la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea che, giunta alla sua XIV edizione, si è celebrata lo scorso il 7 febbraio 2017 in contemporanea in oltre 100 Paesi per far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile di ciascuna e ciascuno nella realizzazione di Internet come luogo positivo e sicuro. 

In concomitanza con il Safer Internet Day si è tenuta la prima Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo”.

Un’iniziativa lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo a scuola.

Anche il nostro istituto con il progetto “Sgonfia il bullo” (arrivato alla sua settima edizione) ha partecipato alla giornata nazionale proponendo nella mattinata di ieri, 7 Febbraio 2017, un’intera mattinata di riflessione sul tema articolata secondo i diversi ordini di scuola (Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado).

Per vedere le attività realizzate dalla scuola “Sandro Pertini” di Canevoi clicca QUI

Per vedere le attività realizzate dalla scuola “Fratelli Casanova” di Col di Cugnan clicca QUI

Per vedere le attività realizzate dalla scuola “Arrigo Boito” di Polpet clicca QUI

Per vedere le attività realizzate dalla scuola “Unità d’Italia” di Piaia clicca QUI

Il plesso “Zattieri del Piave” di Ponte, come in tutte le altre scuole dell’Istituto Comprensivo, ha partecipato alla Giornata Nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo dal titolo “Un Nodo Blu – le scuole unite contro il bullismo” proponendo il progetto ormai arrivato alla settima edizione “Sgonfia il bullo”: durante la mattinata del 7 febbraio e nel corso di tutta la settimana, le maestre hanno accompagnato i bambini a riflettere sui valori che possono aiutare a prevenire il bullismo come promuovere la conoscenza reciproca, favorire l’autostima, insegnare l’apertura alla diversità e il rispetto degli altri ed insegnare ad affrontare i conflitti anziché negarli.

Il tutto é stato affrontato attraverso il racconto di “Felipe e la luna dispettosa” e la rielaborazione grafica della storia …

“Certe volte la luna si alza dispettosa e allora è un vero guaio perché le galline possono fare le uova quadrate, i gatti ritrovarsi con le code annodate e i piccoli leoni nascere con il naso da elefante; quello che capitò al leone Felipe, il figlio del Sultano. Ma dopo una serie di vicissitudini il sultano capì che un naso da elefante può servire di più di un naso da leone e da quel giorno smise di essere arrabbiato con Felipe e la luna.”

Formazione di rete per attuazione del Piano di miglioramento

“ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PER DOCENTI DI ITALIANO E MATEMATICA del I ciclo d’Istruzione al fine di attuare il Piano di miglioramento” (progetto DM 435, art. 25 finalizzato all’implementazione del Sistema Nazionale di Valutazione, con particolare riferimento alla progettazione e all’attuazione dei piani di miglioramento e alla formazione del personale)

Si sintetizzano nel file sottostante le attività di formazione (con relativo calendario) previste per i prossimi mesi:

Download

Certificazione di “Scuola Dislessia Amica” per l’I.C. di Ponte nelle Alpi.


Nel mese di Dicembre si è concluso il corso di formazione dedicato al tema dei disturbi specifici di apprendimento, promosso dall’Associazione Italiana Dislessia, che ha visto la partecipazione di un buon numero di docenti del nostro istituto ed il conseguimento della 
certificazione di “Scuola Dislessia Amica”,  da parte di oltre il 60% dei Docenti iscritti, che hanno terminato il percorso di formazione con esito positivo.

Tale risultato conferma la volontà del nostro istituto di proseguire in un percorso di continua e incessante formazione dei nostri docenti al fine di camminare nel presente al fianco di quello che sarà “il futuro della comunità pontalpina”, i nostri alunni, al fine di sostenerli e poter far dire loro come scrisse Giacomo Leopardi: “Trovando la strada come aperta, correvo per quella più speditamente” (“Zibaldone” – 1819-1820)

 

Media: “Orientamento scolastico” per le classi seconde.

Ieri, 24 Gennaio 2017 si è conclusa la formazione sull’Orientamento scolastico rivolta ai genitori delle classi seconde a cura dei formatori della rete “BellunOrienta”, proff. De Toffol e Milani (quest’ultimo referente della rete medesima), che hanno avuto parole di profonda riconoscenza e stima per i genitori intervenuti: numerosi hanno dimostrato un profondo interesse nell’approfondire tematiche che faranno la differenza nella scelta del percorso formativo “Post I ciclo d’istruzione” dei loro figli e nostri alunni.

Si ringraziano, pertanto, i genitori intervenuti, che hanno dimostrato ancora una volta il profondo interesse della gente pontalpina per il “Futuro della nostra comunità”.

La formazione sull’Orientamento procederà con i “Training” destinati agli alunni delle classi seconde del nostro plesso a partire all’8 Marzo prossimo (i calendari verranno comunicati per tempo nelle prossime settimane).

Per approfondire le tematiche dei due incontri, CLICCATE QUI 

“Ma i saperi necessari cambiano troppo in fretta” intervista a Jerry Kaplan (Stanford University)

Download

“A scuola per il futuro”

Download

“Tra vent’anni un impiego su due toccherà ai robot. La Sfida? adattarsi”

Download

(Fonte dei tre articoli: “La Repubblica” del 17 Gennaio 2017)

Media: Mostra A.B.M. “GRANDE GUERRA, MOVIMENTI NELLE RETROVIE”

Ha fatto tappa nel plesso della secondaria di I grado “Pertini” il laboratorio itinerante sulla Grande Guerra curato dall’ABM con il contributo della Regione Veneto. “Prima Guerra Mondiale. Movimenti nelle retrovie. Occupazioni, migrazioni, emancipazioni”, questo il titolo del lavoro che, attraverso una serie di pannelli tematici e una guida sintetica (una guida che attraverso dati, grafici, immagini e descrizioni di sintesi, offre un quadro generale del conflitto e di quanto esso abbia sconvolto, come mai prima nella storia, la popolazione civile), ha l’obiettivo di gettare uno sguardo sulle “retrovie” dell’evento che cambiò il corso della storia, facendo osservare agli studenti delle scuole bellunesi la guerra del ’14-’18 da un insolito punto di vista.

Il conflitto, infatti, ebbe un peso enorme anche sulla popolazione civile, soprattutto nel Nord-est d’Italia, dove gli eventi bellici condizionarono profondamente la vita di paesi e città, con imponenti fenomeni demografici nelle retrovie e nelle zone prossime al fronte, con carestie, fame, pandemie e paralisi economiche, con lo stretto contatto forzato tra “invasi” e “invasori”, con l’incontro culturale e linguistico tra italiani provenienti da varie regioni, con profondi e decisivi mutamenti sociali, culturali ed economici.

Il laboratorio itinerante ha fatto tappa negli scorsi giorni e resterà a disposizione della nostra scuola, del territorio locale e della comunità fino al 6 Febbraio prossimo.

Il laboratorio si compone anche di un  breve documentario dal titolo “Non capivamo”, nel quale il racconto di un bambino divenuto adulto porta a rivivere il conflitto e la violenta bufera che creò.

Il materiale esposto ripercorre, in una decina di pannelli, i movimenti tra i territori contesi a nord-est (Trentino Alto Adige e  Venezia Gulia compresi nell’impero Astro-Ungarico fino al termine della Guerra) e le retrovie italiane a sud-ovest del fronte (Veneto e Friuli). Dopo Caporetto il fronte si sposta, 600.000 i profughi civili dei territori occupati sono costretti ad abbandonare per circa un anno le proprie case ed altri 250.000 furono sgomberati dalle autorità militari italiane dai paesi nelle retrovie della sinistra Piave, e molti furono internati in alcuni campi profughi della storia, le cosiddette “case di legno”.

Questa mostra/laboratorio  è stata realizzata grazie al lavoro dell’Associazione Bellunesi Abm e con la collaborazione dell’Archivio di Stato, Biblioteca civica di Belluno, Comune di Seren del Grappa, Associazione ladina del Comelico, Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Museo storico del Trentino, Amico del Popolo, Istituto Storico Bellunese della Resistenza e dell’età Contemporanea, Museo Algudnei del Comelico, Museo Civico Storico di Alano di Piave, Museo fotografico della grande guerra di Seren del Grappa,  Museo di Sappada e Museo 7° reggimento Alpini.

Un lavoro condiviso con orgoglio, che fa luce su aspetti della guerra non ben noti, un bagaglio del passato che farà sicuramente  riflettere e conoscere un vissuto che ancora si ripete.

Iscrizioni per l’a.s. 2017-18

Ai sensi della legge 7 agosto 2012, n.135, le iscrizioni sono effettuate on line per tutte le classi iniziali della scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado statali.

Le domande di iscrizione on line possono essere presentate dalle ore 8:00 del 16 gennaio 2017 alle ore 20:00 del 6 febbraio 2017. Dalle ore 9:00 del 9 gennaio 2017 è possibile avviare la fase della registrazione sul sito web www.iscrizioni.istruzione.it.

I genitori/esercenti la responsabilità genitoriale/affidatari/tutori (di seguito, per brevità, genitori) accedono al servizio “Iscrizioni on line”, disponibile sul portale del MIUR (www.istruzione.it) utilizzando le credenziali fornite tramite la registrazione.

Si ricorda che si effettuano on line anche le iscrizioni ai percorsi di istruzione e formazione professionale erogati in regime di sussidiarietà integrativa e complementare dagli istituti professionali nonché dai Centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni le quali, su base volontaria, aderiscono al procedimento di iscrizione on line.

Per saperne di più, clicca QUI (C.M. 10 del 15 novembre 2016)

Le nostre scuole dell’Infanzia

Download

Il plesso di Ponte e la sperimentazione “Scuola senza zaino”: per saperne di più CLICCA QUI e poi CLICCA QUI (VIDEO)

Le nostre scuole Primarie

Download

La nostra scuola Secondaria di I grado

Download

Iscrizioni per Primaria e per Secondaria di I grado: indicazioni.

Download

Criteri per l’accettazione delle domande di iscrizione per le scuole dell’istituto

Download

Iscrizioni Secondaria di II grado (“Superiori”): indicazioni generali.

Download

 

CORSI P.O.N. SNODO FORMATIVO CATULLO

L’istituto Catullo è stato scelto come SNODO FORMATIVO per la provincia di Belluno (FONDI STRUTTURALI EUROPEI PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 Azione 10.8.4. – Sottoazione A1 10.8.4.A1-FSEPON-VE-2016-13) e  organizzerà, entro dicembre 2017, 24 corsi per la formazione del personale scolastico all’innovazione didattica e organizzativa.

 

CORSO PER ANIMATORI DIGITALI: 

PRIMO INCONTRO: 16 GENNAIO ORE 15.00 PRESENTAZIONE DEI CORSI.

SECONDO INCONTRO: 20 GENNAIO ORE 08.30 PROF. PAOLO FERRI – UNIV. MILANO BICOCCA

Clicca qui per saperne di più

 

CORSI PER TEAM PER L’ANIMAZIONE DIGITALE PIEVE/AGORDO: 

PRIMO INCONTRO: 17 GENNAIO ORE 16.30 PRESENTAZIONE DEI CORSI.

SECONDO INCONTRO: 19 GENNAIO ORE 14.00 PROF. PAOLO FERRI – UNIV. MILANO BICOCCA

 

CORSI PER TEAM PER L’ANIMAZIONE DIGITALE BELLUNO/FELTRE: 

PRIMO INCONTRO: 17 GENNAIO ORE 14.15 PRESENTAZIONE DEI CORSI.

SECONDO INCONTRO: 20 GENNAIO ORE 14.00 PROF. PAOLO FERRI – UNIV. MILANO BICOCCA

Clicca qui per saperne di più

 

CORSI PER DOCENTI: 

COMING SOON

Mostra e convegno a cura di “Belluno, comunità che educa”

Tutta la comunità scolastica di Ponte nelle Alpi è invitata ai seguenti eventi promossi dal comitato “Belluno, comunità che educa”: 

Mostra “Don Milani: memoria, attualità e sogno” (Belluno, 14 Gennaio ore 16:00)

 Download

Convegno “Sortirne insieme: condividere il compito educativo oggi” (Cavarzano. 21 Gennaio 2017 ore 15:00)

Download

“Giornata nazionale del Tricolore”

In occasione del 220° anniversario dalla nascita della nostra bandiera (Legge 31 dicembre 1996, n. 671) le parole del discorso tenuto dal poeta Giosuè Carducci nel primo centenario del nostro patrio vessillo esortano soprattutto i giovani alla “forza e condivisione delle idee” per una comunità più forte e coesa:

“L’ Italia è risorta nel mondo per sé e per il mondo, ella, per vivere, deve avere idee e forze sue, deve esplicare un officio suo civile ed umano, un’espansione morale e politica. Tornate, o giovani, alla scienza e alla coscienza de’ padri, e riponetevi in cuore quello che fu il sentimento, il voto, il proposito di quei vecchi grandi, che han fatto la patria”

Clicca sotto per leggere il discorso di Carducci del 7 Gennaio 1897

Download

Media: ECDL, elenco alunni iscritti.

Clicca sotto per visualizzare il file

Download